Reportage da Pastatrend, la fiera della pasta a Bologna

Articoli cucina e alimentazione: Reportage da Pastatrend, la fiera della pasta a Bologna

PREPARARE LA PASTA FRESCA E' TERAPEUTICO. E' COME ANDARE IN BICICLETTA:
QUANDO LO IMPARI NON TE LO SCORDI PIU'
ECCO UNA DELLE NOVITA' EMERSE DA PASTATREND

Pasta a 360°, dai libri alla cucina, passando per il mondo dello spettacolo. PastaTrend si conferma come la casa dove la cultura della pasta e della buona tavola sono gli indiscussi protagonisti.

Presentazioni di libri, momenti di spettacolo, incontri e dibattiti per celebrare una cultura, quella della pasta, rigorosamente nazionale.

Ne ha parlato Roberta Schira, scrittrice cremasca autrice del libro "La Pasta fresca e ripiena" (Ponte alle Grazie), volume che rappresenta il primo tentativo di codificare la pasta fresca italiana: "Impastare gli ingredienti per realizzare la pasta fresca - dichiara Roberta Schira - è terapeutico perché è un gesto creativo, ed è come modellare le proprie emozioni. Oltretutto preparare la pasta in casa è economico, semplice e consente di realizzare anche dei veri piatti unici come nel caso della pasta ripiena".

Ne sanno qualcosa le sorelle Simili, che da oltre sessant'anni rappresentano una vera istituzione italiana e che a PastaTrend hanno presentato il loro ultimo libro "Sfida al matterello. I segreti della sfoglia bolognese" (Vallardi Editore): "Per imparare a fare la sfoglia - dichiarano Valeria e Margherita - bisogna prepararne una a settimana fino a che non si ha la padronanza della materia. E' come andare in bicicletta, quando impari non te lo scordi più. Poi - proseguono le gemelle Simili - occorre usare farina tipo zero, un tagliere di pioppo di bosco, perché più resistente, e poi, passando il matterello, bisogna stare attenti a far aderire bene la sfoglia sul piano di lavoro per evitare che si creino fessure d'aria".

Ma a PastaTrend si è svolta anche la gara di cucina tra Giancarlo Magalli e Fiordaliso che, insieme alla Nazionale Italia Cuochi, hanno preparato due piatti di pasta. I loro gusti a tavola? Magalli ha un debole per gli spaghetti all'Amatriciana, mentre la cantante piacentina confessa di amare i tortiglioni con olio e tanto parmigiano.

Sul grande palco del gusto bolognese anche due chef stellati, ambasciatori con la loro cucina dell'Emilia Romagna nel mondo. Nei master class di Alma organizzati a PastaTrend si sono alternati Igles Corelli del Ristorante La Locanda della Tamerice di Ostellato (Fe) e Massimo Bottura del Ristorante La Francescana di Modena. Nei piatti di entrambi un omaggio all'Emilia Romagna: Igles Corelli ha insegnato i segreti per la preparazione di fusilli trafilati in oro con ragù di Mora romagnola, mentre Massimo Bottura un'originale compressione di pasta e fagioli e un raviolo ripieno di cotechino e lenticchie "per far capire - spiega -che anche una cucina emozionale deve avere delle basi radicate nel territorio utilizzando le materie prime del luogo".

Mauro Uliassi del Ristorante Uliassi di Senigallia (An) ha tenuto l'ultimo appuntamento con le stelle, lunedì 26 aprile dalle ore 10.30 alle ore 11.30.

Sarah Scaparone
giornalista - Ufficio Stampa
Press Passion per Pastatrend
334/3269338
scaparone@presspassion.it
www.presspassion.it
Data : 03/05/2010

Numero di visite : 1740



Articoli cucina e alimentazione: Reportage da Pastatrend, la fiera della pasta a Bologna