E’ primavera, e se cucinassimo i fiori?

Articoli cucina e alimentazione: E’ primavera, e se cucinassimo i fiori?

La dieta spesso vieta categoricamente la consumazione di dolci.
Tuttavia è ben noto quanto questa rinuncia possa pesare, poiché i dolci, a causa della loro alta concentrazione di zuccheri, tendono a essere dei veri e propri toccasana per l’umore.
Altrimenti perché ci si rifugia in pasticceria, quando si è giù?
E allora, perché non provare a preparare un dolce ipocalorico e tutto nostro?
Questo è possibile utilizzando un ingrediente che ci regala la primavera, e cioè: i fiori.
Infatti, ci sono moltissimi fiori che si possono usare in cucina.
Alcuni chef li utilizzano anche per primi e secondi, ma noi ci concentreremo su un dolce che possa soddisfare il palato…e non far impazzire la bilancia.
Come ingrediente…floreale, vengono utilizzate le rose e le violette, già note nella pasticceria francese per la preparazione di caramelle, canditi e liquori.

Sorbetto di Rose:
- 250 gr di zucchero (meglio se di canna)
- 6 bicchieri d’acqua
- 1 limone
- 1 cucchiaio da minestra di sciroppo di fragola
- 1 tazza di petali di rosa (meglio la varietà Rosa Canina)

Tritate i petali il più finemente possibile.
Fate bollire l’acqua e lo zucchero (mescolando bene perché lo zucchero non caramelli sul fondo), appena inizia a bollire unite metà dei petali tritati e la scorza di limone grattugiata.
Togliete dal fuoco, filtrate con un colino e fate raffreddare.
Aggiungete a freddo lo sciroppo di fragole, il succo del limone e il resto dei petali tritati.
Mescolate per 30 minuti (a mano o con la frusta da dolci alla velocità minima) e poi mettete in freezer a riposare per 4/6 ore.
Potete conservarlo in freezer utilizzando dei vasetti di plastica per alimenti, perché non gela.
Servitelo ben freddo accompagnato da una spruzzatina di panna montata.

Sorbetto di Violette:
Stesse dosi del sorbetto precedente, sostituite lo sciroppo di fragole con quello d’uva o di more, e usate le viole della varietà Viola Mammola

Layla Benazzi
Data : 26/04/2011

Numero di visite : 2007



Articoli cucina e alimentazione: E’ primavera, e se cucinassimo i fiori?